paroladilaura

Just another WordPress.com site

Archivio per la categoria “vincitrice contest”

Parola di mamma

Domenica ho saputo di avere vinto il contest lanciato da Antonella di la voce delle mamme e ieri mattina mio padre mi ha chiamato dicendomi che il racconto era stato pubblicato su donne magazine. Ovviamente io sono stata senza connessione per tutto il giorno e quindi mi sono potuta emozionare solo ieri sera (grazie Murphy).
Ora vorrei postarvi quello che Antonella ha giù pubblicato, ma visto che sono troppo contenta, posto pure io. Spero che vi piacerà leggerlo come a me è piaciuto scriverlo.

Panico. Ecco cosa ho provato alla vista delle due lineette del test di gravidanza. E non perché io non volessi diventare mamma, ma perché per quanto desiderato un figlio mette un punto nella tua vecchia vita e apre un nuovo capitolo che durerà per sempre. L’altro giorno mi sono resa conto che il rapporto con i figli è un vero rapporto d’amore e per me quel rapporto è iniziato quando ho incrociato i loro sguardi per la prima volta. La natura ci dà nove mesi per abituarci e noi iniziamo ad amare quell’esserino da subito, impariamo a parlargli, gli facciamo sentire la musica che a noi piace, compriamo vestitini adorabili, già lo immaginiamo diventare grande, ma niente ci prepara alla tempesta di emozioni che avviene quando quell’esserino ci viene dato in braccio per la prima volta. I miei bimbi appena nati non hanno quasi pianto e la prima cosa che hanno fatto è stata guardarmi mentre io guardavo loro; ed è stato in quell’attimo che ho capito che l’amore a prima vista è possibile.

Essere mamma mi ha cambiato dentro, ha cambiato il mio modo di vedere la vita e di viverla, mi ha fatto diventare più intransigente verso l’arroganza e la maleducazione e mi ha regalato la voglia di migliorare il mondo in cui vivo. Non so se sono una persona migliore o peggiore rispetto a prima, quello che so è che mi piace più la mia versione mamma e donna. Non è facile essere una mamma ma per certi versi è facilissimo; lo è nella misura in cui ti rendi conto che non esistono regole scritte ma seguire il cuore e l’istinto aiuta più di qualsiasi manuale, e non importa quanti sbagli farai perché ogni singolo sbaglio sarà fatto con la convinzione di fare del proprio meglio e questo è quello che conta.
La sera, a volte, entro in camera e li guardo dormire e penso a quello che faccio, a come li sto crescendo e mi rendo conto di avere paura. Paura di sbagliare, paura di non essere la loro “madre perfetta”, di non saper capire le loro inclinazioni e di non saperli accompagnare bene durante il loro percorso di vita. Poi rifletto e capisco che forse il trucco sta nel crescere insieme, costruendo una torre altissima per dimostrare loro che niente è impossibile, facendo i compiti insieme perché sbagliando si impara, leggendo loro le favole perché niente è più bello che sognare e quando cresceranno, innamorandomi insieme a loro perché l’amore è più bello se condiviso.
Vorrei essere la mamma che insegna loro a correre liberi, aiutandoli a rialzarsi se cadono, quella che li aiuta a considerare gli ostacoli della vita come momenti di crescita e che insegna loro che le diversità delle persone ci arricchiscono, e quando cresceranno sarò lì ad asciugare le lacrime per la prima delusione d’amore e mi troveranno sul divano ad aspettarli di ritorno dal primo concerto.
La vita di una madre è piena di emozioni, sogni, paure e aspettative e nessuno ci dirà mai se stiamo facendo la cosa giusta, perché in realtà la cosa giusta non esiste.
Non so se riuscirò ad essere la mamma che vorrei essere, quello che so è che farò del mio meglio per diventarlo.

Annunci

Navigazione articolo